Conto Termico
Incentivi per l’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili

Conto Termico, finanziaria, detrazioni, incentivi, 2017, donna che guarda il panorama
 

Il Conto Termico si rivolge a soggetti privati, ma anche alle Pubbliche Amministrazioni (le quali invece sono escluse dal godimento delle detrazioni fiscali).

Le categorie di interventi incentivabili cambiano al variare del tipo di beneficiario: i soggetti privati possono godere degli incentivi per interventi legati all’installazione dei generatori di calore a fonte rinnovabile o ad alta efficienza, mentre le Pubbliche Amministrazioni possono richiedere incentivi anche per gli interventi legati all’efficientamento energetico degli edifici.

risparmiare con il conto termico L’incentivo sarà erogato dalla GSE S.p.A. (Gestore Servizi Energetici) in rate annuali per una durata variabile (da 1 a 5 anni) in funzione degli interventi realizzati. Per gli interventi compiuti sull’involucro degli edifici o per l’installazione di caldaie a condensazione è possibile ricevere un contributo pari fino al 40% delle spese sostenute, mentre per l’installazione di pompe di calore, sistemi ibridi a pompe di calore e impianti solari termici anche fino al 65% delle spese sostenute.

I contributi erogati per il singolo edificio/immobile sono da intendersi utilizzabili una sola volta per singolo intervento o, laddove previsto, fino al raggiungimento del massimale individuato dal GSE.

Rispetto alla versione precedente del Conto Termico (D.M. “Sviluppo economico del 28 Dicembre 2012), questa ha introdotto principii di semplificazione per l’accesso agli incentivi nel caso di interventi di piccola taglia. Infatti è stato reso pubblico dal GSE un Catalogo contenente una lista di apparecchi per la produzione di energia termica identificati con marca e modello che avranno un accesso semi-automatico agli incentivi.

Di seguito è possibile scaricare i documenti relativi ai prodotti della gamma Junkers Bosch che saranno presenti nel Catalogo del GSELe politiche di incentivazione, previste dal D. M. “Sviluppo economico” del 16 Febbraio 2016, regolano un meccanismo di incentivazione sempre più semplice ed efficace per il cittadino e la Pubblica Amministrazione, con il fine di promuovere l’efficientamento energetico degli edifici e l’incremento di produzione di energia termica da impianti a elevata efficienza e da impianti alimentati da fonti rinnovabili.

Scopri quali caldaie a condensazione Junkers Bosch consentono di usufruire degli incentivi erogati dal GSE

Scopri quali collettori solari Junkers Bosch consentono di usufruire degli incentivi erogati dal GSE

Scopri quali pompe di calore Junkers Bosch consentono di usufruire degli incentivi erogati dal GSE

Scopri quali scalda acqua in pompa di calore Junkers Bosch consentono di usufruire degli incentivi erogati dal GSE

Per qualunque approfondimento, si rimanda alle Linee Guida emanate dalla GSE S.p.A. sul Decreto Ministeriale “Sviluppo Economico” del 16 Febbraio 2016 .

Si riportano delle tabelle esemplificative per alcuni prodotti della gamma Junkers dove viene evidenziato il contributo di cui possono beneficiare:

Di seguito è possibile scaricare i documenti relativi ai prodotti della gamma Junkers Bosch che saranno presenti nel Catalogo del GSE:

Qual è la documentazione necessaria per la richiesta di incentivi del conto termico? Per maggiori informazioni potete consulare il sito di Assotermica al link:

Documentazione Conto Termico